17 Settembre 2020
Coldiretti Pisa incontra i candidati alle regionali

Coldiretti Pisa incontra i candidati alle regionali. Ieri si sono conclusi gli incontri con i candidati al Consiglio Regionale che hanno chiesto un confronto con la categoria. In particolare, la confederazione degli agricoltori ha incontrato Andrea Pieroni (PD), Antonio Mazzeo (PD), Maria Antonietta Scognamiglio (PD), Massimiliano Sonetti (IV) e Ilaria Boggi (Lega), candidati nel collegio di Pisa.

Coldiretti Pisa incontra i candidati alle regionali: "Controllo della fauna e assessorato all'agroalimentare, le nostre priorità"​

«Abbiamo illustrato ai candidati le proposte elaborate da Coldiretti per la Toscana - spiega il presidente Fabrizio Filippi - volte a riportare l’agricoltura al centro dell’agenda di Governo della Regione. A partire dalla gestione della fauna selvatica, tema su cui la maggioranza uscente ha chiuso la porta in faccia agli agricoltori. Nell’ultima giunta infatti si è deciso di non decidere, lasciando gli agricoltori in balia di attacchi e incursioni. Sarebbe bastata una delibera di Giunta completa del passaggio fondamentale. Il passaggio che autorizzi gli agricoltori ad intervenire direttamente sui propri fondi per difendersi dai cinghiali e dai selvatici. Invece nulla è stato fatto».

«Riteniamo inoltre indispensabile - aggiunge Filippi - l’istituzione dell’Assessorato regionale dell’Agroalimentare. Che abbia una trasversalità di deleghe capace di mettere in atto e finanziare politiche incentivanti non solo per i singoli settori ma anche tra i singoli settori, dalla produzione alla trasformazione, fino alla grande distribuzione».

«Abbiamo poi proposto un piano di incentivazione della forestazione anche a fronte dei cambiamenti climatici in atto, e un’attenzione nuova al tema dell’acqua». E ancora: «Promuovere il ricambio generazione in agricoltura, realizzare modelli agricoli sostenibili ed inclusivi, creazione di filiere corte. Tutte queste idee - conclude Filippi - saranno realizzabili solo si affronterà la madre di tutte le battaglie, ovvero quella contro la burocrazia. Un fardello che ruba fino a 100 giorni l’anno al lavoro in azienda e rallenta la nascita di nuove attività imprenditoriali di giovani e donne».​​

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi