13 Maggio 2022
BASE MILITARE COLTANO: COLDIRETTI PISA, BENE STOP A CONSUMO SUOLO AGRICOLO

“Lo stop al progetto della base militare a Coltano che prevedeva il consumo irreversibile di nuovo suolo va nella direzione da noi auspicata”: è il commento di Coldiretti Pisa in merito alla ridefinizione del progetto della base militare del Gis e di altri reparti dell’Arma dei Carabinieri in seguito all’incontro che si è tenuto al Ministero della Difesa. La principale organizzazione agricola aveva manifestato la totale contrarietà a qualsiasi progetto, militare, civile o di altra destinazione, che divorasse altro suolo alle imprese agricole. Suolo che, secondo Coldiretti Pisa, dovrebbe essere salvaguardato e valorizzato per produrre tutte quelle materie prime agricole da cui oggi dipendiamo dall’estero contribuendo inoltre alla crescente fragilità del territorio di fronte ai cambiamenti climatici. “Prendiamo atto della volontà di individuare ipotesi alternative ricollocando sul territorio comunale, al di fuori del Parco, il progetto recuperando e valorizzando immobili ed aree di proprietà pubblica come da noi auspicato. Ringraziamo il Sindaco di Pisa, Michele Conti per aver raccolto le preoccupazioni del mondo agricolo e di tante famiglie, ed averle portate all’attenzione del Ministro della Difesa così come il Governatore Eugenio Giani”.

In provincia di Pisa, ricorda Coldiretti, sono stati consumati 46 nuovi ettari tra il 2019 ed il 2020 che portano la percentuale di suolo occupato da cemento, edifici, capannoni e strade al 6,98% (media regionale del 6,12%): 17 mila gli ettari che non potranno più essere utilizzati. “Ogni metro di suolo sottratto alla produzione di cibo, all’agricoltura, alla biodiversità, è un metro in più che ci allontana da un futuro di sostenibilità e sovranità alimentare”.

 

Quale è la tua principale preoccupazione in questo momento?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi